Monthly Archives: October 2013

Happy Halloween’s Day

Standard

Durante la giornata di Halloween è sufficiente passeggiare per vedere gruppi di bambini mascherati intenti a chiedere il tradizionale “Dolcetto o Scherzetto” con in mano borse ricolme di dolcetti. Le vetrine nel frattempo si riempiono dell’arancione delle zucche e del nero delle streghe in questa magica festa dai tanti irrisolti misteri. In realtà questi misteri sono già stati svelati dalla storia e dalle leggende di tradizione anglosassone, ma quante persone sanno in realtà il perché di questa bizzarra ed affascinante celebrazione?

During the day, Halloween is a mere walk to see groups of children dressed intent to seek the traditional “Trick or Treat” holding bags filled with candy. The windows in the meantime fill of orange pumpkins and black witches in this magical celebration from the many unsolved mysteries. In fact, these mysteries have already been revealed by the history and legends of Anglo-Saxon tradition, but how many people actually know the reason for this bizarre and fascinating celebration?

the-nightmare-before-christmas-by-sugarkoma-on-deviantart

LA STORIA: Le origini di Halloween affondano presumibilmente le radici nella cultura celtica che riconosceva la celebrazione della fine dell’anno nel 31 ottobre perché, trattandosi di una realtà contadina, la fine d’ottobre equivaleva alla fine dell’estate, e quindi, era il momento di mettere al sicuro raccolto e bestiame e lasciarsi andare ai meritati  festeggiamenti. Festeggiamenti che, durante quella notte, erano aperti a tutti, compresi gli spiriti a cui sarebbe permesso tornare sulla terra, solamente nel giorno dell’anno in questione.

HISTORY: The origins of Halloween lie presumably the roots in Celtic culture which recognized the celebration of the end of the year in October 31 because, as a country reality, the end of October amounted at the end of the summer, and therefore, it was the time an effort to secure crop and livestock and to let go deserved celebrations. Celebrations that during that night, were open to all, including the spirits who would be allowed to return to earth, the only day of the year in question.

PERCHE’ DOLCETTO O SCHERZETTO?: I bambini travestiti bussano di porta in porta nel vicinato chiedendo dolciumi e caramelle con la tradizionale domanda “Dolcetto o scherzetto?”. La parola “scherzetto” è la traduzione dell’inglese “trick”, una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa o alla loro proprietà se non viene dato alcun dolcetto (“treat”). “Trick or treat” (dolcetto o scherzetto) in realtà significa anche “sacrificio o maledizione”.

WHY TRICK OR TREAT: Children dressed knocking door to door in the neighborhood asking for sweets and candy with the traditional question “Trick or treat.” The word “trick” is the translation of English “trick”, a kind of threat to do damage to landlords or their property if not given any trick (“treat”). “Trick or treat” (trick or treat) actually means “sacrifice or curse.”

HALLOWEEN NEL CINEMA: Halloween nella storia del cinema ha ispirato diverse produzioni di successo basate sul tema, conosciamo bene lo stampo di Tim Burton per una narrazione del grottesco e del bizzarro “gentile” e tutta una serie di collezione da Horror per gli affamati di emozioni forti.

HALLOWEEN IN CINEMA: Halloween in the history of cinema has inspired several successful productions based on the theme, we know well the mold of Tim Burton for a narrative of the grotesque and the bizarre “gentle” and a whole host of collection of Horror for the hungry of emotions strong.

Bibliothèque du cinéma François-Truffaut

Standard
CONSIGLIDIVIAGGIO

Immaginate un week-end a Parigi e che siete appassionati di cinema. Quale potrebbe essere il posto più interessante dove passare un pomeriggio piacevole all’insegna del cinema? La risposta è la Bibliothèque du cinéma François-Truffaut.

Imagine a weekend in Paris and that you are passionate about cinema. What could be the most interesting place to spend a pleasant afternoon in the name of the movie? The answer is the Bibliothèque du cinéma-François Truffaut.

Che cos’è e dove si trova? La Biblioteca François Truffaut film è una biblioteca specializzata in cinema e televisione di Parigi. Si trova al numero 4 della Rue du Cinema del Forum des Halles (Metro Les Halles, ligne 4). La sua collezione è composta da libri, riviste, musica e soprattutto da film, fiction e documentari.

What is it and where is it? The Library François Truffaut’s film is a library specializing in film and television in Paris. It is located at number 4 in the Rue du Cinema Forum des Halles (Metro Les Halles, ligne 4). Its collection consists of books, magazines, music and especially from movies, dramas and documentaries.

 

La storia: Installato nel Dicembre 2008 presso il Forum des Halles, la “Bibliothéque du cinéma Francois Truffaut” è l’ereditaria del fondo per il cinema acquisito a partire da 1960 come parte della politica di sviluppo di fondi tematici nelle biblioteche. Nei primi anni del 1980 venne integrata con la Biblioteca André Malraux del 6eme arrondissement. Da allora la Cineteca ha acquisito una tale ricchezza di materiale (15.000 libri, 6.000 registrazioni documentari, 80 abbonamenti, 550 film documentari in formato VHS) da rendere necessaria la realizzazione di uno spazio specializzato adeguato all’afflusso di materiale e di pubblico acquisito. 

The story: Installed in December 2008 at the Forum des Halles, the “Bibliotheque du cinéma Francois Truffaut” is the inheritance of the film fund acquired from 1960 as part of the development policy of thematic funds in libraries. In the early 1980’s was integrated with the Library of André Malraux 6eme arrondissement. Since then, the Film Library has acquired such a wealth of material (15,000 books, 6,000 records documentaries, 80 subscriptions, 550 documentary films in VHS format) may require the creation of a specialized area adequate inflow of material and acquired public.

IMG_2232

IMG_2230

La missione: La missione della cineteca François Truffaut è quello di fornire la valorizzazione e la promozione delle collezioni rappresentative del cinema, della televisione e video. E’ permesso prendere in prestito tutto il materiale, con l’eccezione dei libri di riferimento, dischi documentari e libri o riviste rari o fragili.

Mission: The mission of François Truffaut’s film library is to provide the enhancement and promotion of representative collections of film, television and video. E ‘permitted to borrow all the material, with the exception of reference books, records documentaries and books from rare or fragile.

IMG_2239

Bonjour mon petit déjeuner français

Standard
Buongiorno dalla romantica Parigi, anche stamattina è ora di fare colazione… / Good morning by Paris, it’s time to have Breakfast!
DIARIODIVIAGGIO:
Avendo camminato molto tra musei, eventi e boulevards la tentazione di magiare qualcosa di salato e sostanzioso è stata forte ma poi mi sono guardata intorno e ho pensato di fare il punto della situazione sulla “Vera” colazione Francese;
DSC_0112

Tipico Brunch Francese in un Café

Colazione Tipica Francese: In realtà la tipica colazione francese non comprende pane tostato e patatine fritte…per soddisfare i più curiosi ecco l’elenco degli alimenti più indicati per una colazione francese che si rispetti: un caffé lungo molto caldo oppure un thé, un jus d’orange, un dolce nazionale per quanto riguarda la colazione ovvero il famoso croissant.
Per più golosi naturalmente non potrà mancare la tipica baguette parigina, con burro o marmellata a scelta c’è poi una vasta scelta tra i molti dolci francesi tra i quali, per la colazione, spicca il “pain au chocolat” che, unisce la morbidezza del pane alla golosità del cioccolato.

DSC_0891

Ma se poi, tutto ciò non basta si possono sempre ordinare delle crêpe nature, con o senza zucchero, oppure per i più esigenti guarnite con creme di vari gusti.

Erri De Luca en France

Standard

Curiosando in una delle tantissime librerie Francesi mi sono felicemente imbattuta in alcuni dei magnifici romanzi di Erri De Luca, la cosa non mi ha assolutamente stupita anzi, ma rende sempre orgogliosi sapere che uno scrittore italiano è riuscito ad ottenere tanto rispetto ed ammirazione all’estero in un momento storico in cui l’Italia sembra voler mostrare solo i suoi lati peggiori.

Browsing in one of the many libraries French I happily came across some of the magnificent novels Erri De Luca, the thing I was not totally surprised indeed, but it always proud to know that an Italian writer managed to get so much respect and admiration abroad in a historical moment in which Italy seems to only want to see its downsides.

Aggiornato di recente

Visite au Musée d’Orsay

Standard

Impossibile non fare tappa al Musée d’Orsay quando si viaggia a Parigi, di certo uno dei musei più conosciuti del mondo, noto soprattutto per le opere impressioniste e post-impressioniste esposte al suo interno. Il museo è oggi situato all’interno della famosa ex stazione ferroviaria “Gare d’Orsay” abilmente ristrutturata dall’architetto italiano Gae Aulenti.

In programma questo periodo, la mostra temporanea “Maschile. Il nudo maschile nell’arte dal 1800 ai nostri giorni”.

Impossible not to make a stop at the Musée d’Orsay in Paris when traveling, certainly one of the most popular museums in the world, best known for his impressionist and post-impressionist works exhibited inside. The museum is now located within the historic railway station “Gare d’Orsay” renovated by Italian architect Gae Aulenti.

In this program period, the temporary exhibition “Masculine. The Nude Man in Art from 1800 to the Present Day”.

Pierre e Gilles (nati rispettivamente nel 1950 e nel 1953)
Mercurio
2001 (modello: Enzo Junior)
Fotografia dipinta, pezzo unico
Cm 117,3 x 87
Collezione privata
© Pierre et Gilles. Courtesy Galerie Jérôme de Noirmont, Paris
Curiosità: La storia del Musée d’Orsay:
L’edificio fu costruito dall’architetto Victor Laloux a partire dal 1898 dove in precedenza sorgevano una caserma di cavalleria e il vecchio Palazzo d’Orsay; i lavori furono terminati dopo soli due anni, perché la stazione fosse pronta per l’Esposizione Universale del 1900. Nel 1939 le grandi linee ferroviarie furono spostate alla Gare d’Austerlitz e la stazione continuò a servire solo il traffico locale. Negli anni successivi, lo stabile ebbe vari usi: nel 1945 fu destinato a sede di transito dei prigionieri di guerra e negli anni 1950 cessò completamente il servizio. Nel 1961 ne fu decisa la demolizione. I provvedimenti presi da Pompidou nell’ambito del progetto di rinnovamento della capitale prevedevano che al suo posto nascesse un grande parallelepipedo di cristallo (già molti anni prima era stata progettata al suo posto una piscina coperta con pavimento mobile, come sede di eventi sportivi); ma gli sforzi di molti cittadini illustri che si battevano per la sua salvaguardia fecero sì che la stazione venisse risparmiata dalla demolizione, e che venisse classificata monumento nazionale. Nel 1973 fu scelto come sede stabile della compagnia teatrale Renaud-Barrault e nel 1974 divenne sede della casa d’aste Drouot. Nel 1978, sotto la presidenza Giscard d’Estaing fu finalmente decisa la trasformazione in museo.
[Rif. Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Museo_d’Orsay]
IMG_2289

Eleonora Furlani / L’Horloge

1384247_10202309245595441_1686499316_n

Eleonora Furlani / Musée d’Orsay

Now On

Schermata 10-2456592 alle 14.58.08
per info: =[http://www.musee-orsay.fr]